Piccolo angolo di niente: le mie stanze

La mia stanza è diventata un piccolo angolo di niente. Quale stanza, non serve specificarlo: ho due stanze preferite, due case, una residenza e un domicilio, una sfilza di doppioni che mi appartengono in egual misura. In una ho vissuto tutti i giorni per 24 anni, nell’altra giusto un anno e poco più. In comune hanno una pessima vista. Ma iniziano ad essere strette, queste stanze, vorrei farci stare degli alberi, il vento primaverile, una strada per andare in bicicletta indisturbata. Anche solo una poltrona per leggere più comoda. E col tempo queste stanze mi si stringono addosso come quei pantaloni che mi calzavano a pennello cinque chili fa. Cerco di farle mie rivoluzionandole mensilmente, aggiungendo colori, carte, stoffe, nuovi pensieri. Vorrei mi contenessero e mi rispecchiassero, ma manca sempre qualcosa, in entrambe le stanze. Credo sia il mondo là fuori, le città, le montagne, che vorrei rimpicciolire e stringere a me.

Si dice che la primavera sia la stagione dei pigri, ed è orrendo constatare che sono nata nel bel mezzo di questo turbinio di pollini e voglia di dormire, proprio quando il clima si fa mite ed è il momento migliore per portare a passeggio le gambe.

Motore ispiratore di questo post fatto di niente è stato l’iniziale entusiasmo che ha colpito la mia persona nel momento in cui sono impazzita su Airtable e mi sono lanciata nella corsa senza speranza della compilazione del database perfetto. Cercavo da tempo uno strumento organizzativo a cui appigliarmi, ma dopo poco tempo ho compreso che per il mio caos mentale ci vuole ben altro. Soluzioni più drastiche, cambio di mentalità. Potrei passare la vita a riempire quel database di richiami e rimandi tra le arti, non finirò mai e non ne sarò mai soddisfatta. La primavera è stagione di passività e incertezza.
Tutti i giorni sono impegnata nello scrivere contenuti di ogni tipo, in comune hanno il fatto di essere dati utili, in un modo o nell’altro. Tutti i giorni appunto qualcosa, ma qui, su questo blog, è il deserto da molti mesi. Oggi scrivo di niente, perché di niente è fatta la mia stanza piena di ricordi e fotografie.

DSC_0560 web

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...